On the Swing of TimesScintille di Energia di CATERINA RANDAZZO

Scintille di Energia di CATERINA RANDAZZO

Una tela in cui regna il silenzio che all'improvviso diviene fiato e poi voce, ora sussurro e poi urlo. Questo è ciò che traspare dalle opere di Antonia Pozzoli e da questo deve cominciare una più approfondita analisi. Un’opera si crea dagli stati più profondi della nostra sensibilità e in se ricrea attimi ideativi dell’universo
creativo dell’artista. Questo scambio produce vibrazioni ed è il mezzo
che permette alla voce dell’artista di venire fuori. Una voce, che nelle opere della pittrice Antonia Pozzoli, si esterna attraverso
i colori, ma ciò che questa voce vuole dirci, non è dato immediato da
comprendere.L’analisi è necessaria ma ci rende inquieti. Per far fronte alla necessità di capire ciò che abbiamo di fronte dobbiamo
armarci di attimi di estasi e di estrema profondità. La nostra inesperienza nel decifrare messaggi ci riempie di dubbi, ma d’improvviso, ecco che ci sembra chiaro ciò che sottende tutta l’opera
della Pozzoli: l’Arte è rivelazione; del mondo interiore di chi la crea e di unarealtà trascendente. Ogni sua opera è un luogo ideale d’incontro fra spirito e materia.

Colore, simbolismo, narrazione, sono chiavi di lettura semplici che sembrano invitarci alla conoscenza di un’arte come discorso “olistico” in cui non vi sono complicate sovra significazioni, ma un messaggio
di profonda unione tra uomo e natura. Questa unione è rappresentata,
nelle opere di Antonia Pozzoli, dalla figura dell’albero, simbolo d’unione fra piano superiore e inferiore, fra terra e cielo. L’albero
si “radica” in alto e in basso, affondando le sue radici nella terra ei suoi rami nell'etere e simbolicamente rappresenta l’uomo nei due suoi piani di congiunzione tra il mondo luminoso e quello oscuro, la
coscienza e il suo inconscio, nella differenza che caratterizza ognuno di noi. Rappresenta uno scambio naturale di vita ed energia, l’albero dà ossigeno, frutti, fiori e prende la sua linfa dalla terra che è madre di tutte le cose. L’opera di Antonia Pozzoli trasuda questa
energia e i fili tesi di una delle tele, quasi fossero conduttori elettrici, trasmette il senso di questa elettricità. Noi stessi siamo
fatti di elettricità. L’artista, consapevole del proprio
ruolo di iniziata, ci parla di rivelazioni superiori ma necessita di una mediazione teorica, affinché non venga fuorviato il significato
dell’opera d’arte.

È impossibile non restare incantati di fronte a queste tele, perché sono enunciati vitali, scintille di energia, illuminazioni che pervadono lo spazio pittorico e la mente di chi guarda.

Il suo lavoro è trasmissione
di conoscenza, ispirazione, serenità.
Un inno alla bellezza della vita nel linguaggio
universale dell’Arte.

Caterina Randazzo

 

News Categories

Latest News

Top ↑ © 2011-2017 Antonia Pozzoli. All rights reserved. Powered by SoftyWeb.